DR.SSA FRANCESCA MANZINI
VIA DEI MILLE, 5 – Piano terra –
22100 COMO

Osteopata diplomata nel 2013 presso l’Istituto Italiano di Osteopatia di Milano e Fisioterapista iscritta all’albo dei Fisioterapisti c/o Ordine TSRM e PSTRP di Milano Como Lecco Lodi Monza-Brianza Sondrio.

Ha frequentato il Corso Post Graduate sull’ APPROCCIO OSTEOPATICO PEDIATRICO NEL CONTESTO CLINICO.

Esegue trattamenti osteopatici, integrati a tecniche fisioterapiche, specifici per i neonati con l’obiettivo di riequilibrare e ridurre problematiche come:

  • coliche del neonato;
  • reflusso gastro-esofageo e rigurgito;
  • difficoltà di alimentazione e di suzione;
  • deformità craniche ( come la plagiocefalia);
  • torcicollo miogeno;
  • irritabilità e pianto inconsolabile;
  • alterazione del sonno.

Nel bambino, i trattamenti, spesso lavorando in collaborazione e sinergia con medici specialisti e altre figure professionali sono volti alla risoluzione di:

  • disturbi ORL( riniti, rinofaringiti, sinusiti ricorrenti, otite media recidivante);
  • disturbi digestivi e alterazioni intestinali (stipsi);
  • enuresi;
  • mal di testa;
  • scoliosi;
  • traumi sportivi;
  • disturbi visivi.

Oltre a bambini e neonati esegue sedute di Osteopatia e fisioterapia su adulti per il trattamento delle principali patologie muscolo scheletriche e per alterazioni di tipo sistemico e organico come ad esempio:

  • lombalgia, cervicalgia;
  • cefalea/mal di testa;
  • dolori articolari;
  • traumi sportivi;
  • colpi di frusta;
  • dolori mestruali;
  • disturbi digestivi;
  • alterazioni intestinali (stipsi);

Inoltre, grazie all’uso di tecniche dolci, si occupa del trattamento di donne in gravidanza sia per la cura di dolori e fastidi specifici, sia per un approccio preventivo di preparazione al parto.

Approccio al tocco del neonato

4 incontri da 45 min

Durante il corso i genitori apprendono:

  • come approcciare al tocco del corpo del proprio piccolo favorendo un naturale rilassamento;
  • come gestire il bambino in caso di colichette, stipsi e crisi di pianto;
  • posizioni consigliate e piccoli accorgimenti per favorire un corretto sviluppo cranico e un adeguato sviluppo motorio e sensoriale del neonato;

L’osteopata, durante gli incontri, andrà ad identificare precocemente alcune possibili piccole modifiche del corpo del bambino come asimmetrie, abitudini posizionali, rotazioni del capo, alterazioni della lingua per prevenire future problematiche come: alterazioni della forma del cranio, difficolta di suzione, disturbi digestivi o del sonno, otiti ricorrenti, o problematiche posturali


Osteopatia e Plagiocefalia del Neonato

La plagiocefalia posizionale è un’ alterazione, più o meno grave, della forma della testa del neonato in un momento della vita in cui le ossa craniche sono ancora morbide e più facilmente modificabili che crea una condizione visibile ad occhio nudo di asimmetria cranica.
Si presenta già alla nascita, se dovuta a posizioni intrauterine mantenute a lungo tempo o per via di travagli di parto piuttosto lunghi o adiuvati dall’uso di ventosa.
Compare, invece, durante i primi mesi di vita, se il neonato tende a mantenere una posizione preferenziale, spesso dovuta alla presenza di torcicollo (tensione dei muscoli del collo).
Trattarla fin da subito aiuta a prevenire disturbi come coliche addominali, rigurgito, reflusso gastroesofageo, difficoltà di deglutizione e suzione, irritabilità, otiti ricorrenti, strabismo, ma anche problematiche posturali come scoliosi e asimmetrie degli arti inferiori oltre che a problemi respiratori che potrebbero presentarsi nel breve tempo o persino negli anni a venire.
L’osteopata, utilizzando tecniche manuali molto dolci e per nulla traumatiche per il neonato, interviene sulla suture craniche al fine di riequilibrare la simmetria del cranio e delle strutture atomiche in esso contenute.