262021Nov

Ortopedico del piede e caviglia Como

L’attività clinica della Dott.ssa Elena Sartorelli (Ortopedico del piede e caviglia Como) si rivolge principalmente al trattamento delle patologie del piede e della caviglia di cui si occupa a 360°: a partire dalla prima infanzia fino alle problematiche del grande anziano. Le tecniche utilizzate sono  di tipo conservativo e sono impiegate per il trattamento delle più comuni deformità del piede (alluce valgo, alluce rigido, dita a martello, metatarsalgie).

Alcune patologie trattate dalla Dott.ssa Elena Sartorelli (Ortopedico del piede e caviglia Como) sono:

  • Neuroma di Morton. E’ una patologia dell’avampiede caratterizzata da dolore e sensazione di bruciore localizzato molto spesso tra il terzo e il quarto dito del piede. La causa è legata all’’intrappolamento ed ispessimento del nervo sensitivo interdigitale. Questa patologia colpisce più frequentemente lo spazio tra il terzo e quarto dito, di solito in risposta a irritazioni, traumi o pressione eccessive legate al tipo di calzature indossate. Il Neuroma di Morton ha un’incidenza dieci volte superiore nelle donne che negli uomini.
  • Piede piatto flessibile del bambino. Rappresenta una particolare forma del piede in cui l’arco interno scompare quando ci si trova in stazione eretta ed il calcagno devia verso l’esterno. Viene chiamato flessibile nel momento in cui si assiste al riformarsi dell’arco plantare quando il bambino si solleva sulla punta dei piedi o quando si trova sdraiato. E’ molto importante sapere che quasi tutti i bambini nascono con il piede piatto. La forma del piede si acquisisce con la crescita ed intorno ai 5-6 anni si assiste alla formazione dell’arco plantare che si strutturerà nella prima decade di vita. In alcuni casi tuttavia questo non avviene: si stima che circa il 25% degli adulti con piede piatto abbia sviluppato questa deformità nell’infanzia. Il piede piatto flessibile del bambino è una deformità assolutamente benigna e nella maggior parte dei casi totalmente asintomatica. In alcuni casi si può manifestare affaticabilità durante le attività sportive o le lunghe camminate, usura asimmetrica della calzatura o dolorabilità in sede mediale.
  • Alluce Valgo. La manifestazione classica dell’alluce valgo si caratterizza con la prominenza sul lato interno del piede di una salienza ossea (chiamata familiarmente “cipolla”) che altro non è che la testa dell’osso metatarsale mentre l’alluce devia in direzione opposta, verso l’esterno del piede e nel suo spostamento può coinvolgere anche le dita laterali comportandone ulteriori deformità. Questa situazione, oltre a deturpare l’estetica del piede, ne altera la funzione. Il I metatarsale perde la sua funzione propulsiva, l’articolazione lavora male e può divenire dolorosa e rigida ed il peso del corpo viene trasferito lateralmente durante la fase finale del passo scatenando meta tarsalgie e insorgenza di callosità plantari.

E’ possibile richiedere maggiori informazioni o fissare un appuntamento con la Dott.ssa Elena Sartorelli (Ortopedico del piede e caviglia Como), telefonando al numero 031.264939.